home - trio orselli apuzzo lalla

"Una lunga storia di musica e amicizia"

  Antonio Apuzzo - Ance        Sandro Lalla - Contrabbasso        Mauro Orselli - Batteria

Antonio Apuzzo, Sandro Lalla e Mauro Orselli iniziano a suonare insieme nel marzo del 1982.

Decidono subito di costituire un gruppo stabile, aperto di volta in volta a collaborazioni: partecipano in quartetto con il trombonista G. Greco a "Umbria Jazz 1982" e suonano nei vari jazz clubs di Roma.

Nel 1983 sono invitati al Festival Inernazionale di Assisi "Jazz e Dintorni" dove suonano in quartetto con il trombettista A. Tontini e in trio. Confortati anche da una buona attenzione da parte della critica specializzata (lo stesso A. Polillo, decano dei critici, li segnala sulla rivista "Musica Jazz"), decidono dopo due anni di lavoro di incidere il primo disco dal titolo "Orselli Apuzzo Lalla Trio" (Mia records - 1984).

Nel 1985 partecipano, tra l'altro, alle rassegne di Como, Forlì e Rapallo e registrano due trasmissioni per il programma "Jazz Club" su Rai 3: nello stesso anno sono invitati alla fase finale del programma radiofonico "Coppa del Jazz" su Radio 2.
Questo periodo culmina nella registrazione del secondo lavoro discografico intitolato "Fauve!" (Bull Records -1986).

Gli anni che vanno dal 1986 al 1988 sono caratterizzati da numerose collaborazioni con vari musicisti come i trombonisti L. Bonvini e S. Tramontana, i sassofonisti E. Ricci e C. Mazza e si concretizzano nel terzo disco "Plaything for soul" (Splasc(h) records - 1988) che si avvale della partecipazione di A. Salis (piano e fisarmonica), R. Altamura (batteria) e F. Mariani (chitarra). Un brano di questo lavoro ("Cythera" di Lalla) viene inserito nella raccolta "Top Jazz from Italy" (YVP -88).
Sempre nel 1988 partecipano a due importanti rassegne: "Il nuovo suono del jazz italiano" (Pisa) e "Controindicazioni 2" (Roma). In questo periodo oltre il lavoro in comune, danno vita a progetti individuali e dal 1989 curano alcune rassegne di jazz per la "Scuola Popolare di Musica di Villa Gordiani" di Roma, associazione nella quale svolgono attività didattica.

Nel 1991 Lalla e Orselli sono presenti in due brani del Cd "Stelle Antiche" (Splasc(h)), produzione solistica di Apuzzo. Sono gli anni in cui il trio decide di ampliare l'organico in forma più stabile attraverso i concerti tenuti in varie formazioni, con i violoncellisti G. Pieri e G. Macciocu, i sassofonisti Paolo Innarella, G. Gebbia e F. Romano, il chitarrista A. Onorato e il vibrafonista F. Lo Cascio.

Nel 1993, a cinque anni di distanza dall'ultimo lavoro discografico, realizzano in compagnia di Gebbia e Macciocu il nuovo Cd "Canti di orme, sombreri e voli" (Le Parc Music).

Tra il 1994 e il 1995 registrano in trio due programmi radiofonici per Radio 3 Suite.

Da questo momento in poi, l'attività si dirada sempre più e di fatto si conclude con le partecipazioni in quintetto (M. Remondini sostituisce Macciocu) alle rassegne di Noci e Noto nel 1996.
Da segnalare comunque, la presenza in qualità di autori ed esecutori nel disco "Antifonie" (Orchestra e Coro della SPM di Villa Gordiani- Splasc(h) - 1997).

Dopo qualche anno decidono di riprendere il "viaggio" insieme: la riunione del trio si concretizza tra il 2003 e il 2004 con una serie di concerti, la sonorizzazione di alcune pellicole legate al cinema surrealista degli anni venti (Cinema Arsenale di Pisa) e la partecipazione nel 2004 al Festival internazionale di Tivoli.

Realizzano nuove sonorizzazioni attraverso la collaborazione con l'"Azzurro Scipioni" di S. Agosti e nel marzo 2006 a distanza di tredici anni dall'ultimo disco e di ventiquattro dalla nascita del gruppo, pubblicano per la Blond Records di E. Capuano il doppio Cd "Musiche in bianco e nero" che contiene il materiale realizzato per "Nosferatu" di F. W. Murnau e "Metropolis" di F. Lang.